Dialoghi demenziali

In realtà definirli così, sembra quasi nobilitare il senso e il contenuto dei dialoghi che qui di seguito vi presento. Si tratta di conversazioni avvenute su Facebook. E penso che da questo punto di vista sia uno strumento fantastico, a condizione che gli interlocutori siano conosciuti e partecipino allo stesso livello di demenzialità. Altrimenti si rischia anche di litigare con amici cari nel caso in cui non sappiano o non vogliano cogliere la banalità delle risposte.

Altrettanta tolleranza chiedo a voi, anche se doveste ravvisare indubbie cadute di gusto nel riporto di questi dialoghi o di parte di essi. Da notare che i rari interventi femminili (quelli con i nomi per esteso), tentano sempre di riportare alla normalità, le bestialità che emergono nei dialoghi. Ciò, ancora una volta, non fa che dare valore aggiunto alla intelligenza e al buon senso delle donne.

Vi propongo, dunque, alcuni dialoghi, ma vi avviso: non vi aspettate  fuochi di artificio, sono battute sceme, a volte un po’ maschiliste, scambiate tra amici, giusto per perdere tempo e … sorridere un po’.

 

Primo “dialogo”

VC = Chi ha orecchie da intendere, intenda. Gli altri in roulotte

AC = In tea tenda

MC = Mi mancavano le vostre cazzate. Io sto meglio in albergo.

VC = Mi piace quando mi dai del voi.

MC = Siete in due, vuoi che ti dia del Lei ?

VC = Del loro. Del largento ?

AC = Lei ? Lei chi ? Non vedo donne in questa discussione.

MC = Potrei essere tacciato di omofobia e quindi mi taccio. Ma verrà il giorno …

Marina = Oddioooo !

MC = Visto che Lei c’è !

VC = Al loro ?

 

Secondo “dialogo”

VC = C’è una cosa che non mi torna …. ma sbiascichiamo perché beviamo o beviamo perché sbiascichiamo ?

MC = I due verbi sono direttamente proporzionali

FQ = Ma va, va, va … ‘mbecille

MC = O inversamente proporzionali ?

VC = Beviamo sbiascicando o sbiascichiamo bevendo. L’importante è bere. O sbiascicare ?

MC = Questo è il problema ! Se sia più giusto affrontare i biascicamenti dell’eccessiva bevuta, o non piuttosto arrendersi ad essi !

VC = Scrivo a Toscani e chiedo lumi … e un prosecco.

MC = Toscani ? Cosa c’entrano i sigari adesso ?

VC = Dopo un prosecco ci sta sempre bene una sfumazzata.

MJ = Allora meglio Romeo y Julieta.

MC = C’è ancora l’embargo su Cuba !

MJ = Purtroppo sì, ma i sigari escono.

MC = Entrate, uscite, sliding doors, porte girevoli e chi più ne ha, più ne metta.

FQ = Eeeeeeeeeeeehhhhhhhhhhh te mando remengo mi, sa !

MC = Remengo a chi ?

 

Terzo “dialogo”

Foto di un cartello apposto davanti alla Sala Professori di un Istituto Didattico: “LE INSEGNANTI CHE HANNO UN BUCO LIBERO SONO PREGATE DI METTERLO A DISPOSIZIONE DEL DIRETTORE DIDATTICO”

AC = Se lo chiede il Direttore Didattico ….

MC = La logica delle privatizzazioni. Invece di metterlo a disposizione del pubblico …

AC = In ogni caso, sono pregate …. Il che non esclude un uso pubblico del buco libero.

MC = Ma vuoi mettere “l’autorità”. Mio caro, è sempre la stessa logica, quella del più forte!

AC = Protesterò presso il Direttore Galattico

MC = Scusa, ti correggo: Mega-Galattico

VC = MegaDirettore Naturale allora !

MC = Ma no, stavamo parlando di buchi neri !

VC = In questi casi il discorso si allarga per forza di cose. Comunque a titolo di curiosità, ricordati che sparando in tutte le direzioni, uccidi tutti i Direttori.

MC = Cos’è ? Un acceleratore di particelle ?

Giulia = Aaaaaahhhhhhhh !

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...