Cronache dall’orto – 6

Lunga questa giornata; stamane sono stato all’orto ed ho cominciato i lavori, come ho dettagliatamente descritto nel numero 5 di queste “Cronache dall’orto”, (https://michelecasa.wordpress.com/2015/04/18/cronache-dallorto-5/) nelle quali scrivo una vera e propria cronaca delle diverse attività che vi svolgo e inserisco anche alcune ricette relative ai prodotti che raccolgo.

Le “Cronache” spero siano utili per quanti altri volessero utilizzare le mie esperienze (ed i miei errori), nella conduzione di un piccolo orto; le “Ricette”, spero servano ad arricchire la voglia e la capacità di cucinare, in modi diversi, prodotti orticoli a disposizione, secondo le stagioni.

Sabato 18 aprile

Nel pomeriggio sono di nuovo tornato all’orto per continuare le attività iniziate questa mattina, e cioè quelle legate alla zappatura e ad una adeguata preparazione del terreno per le semine primaverili.

Sono molto affaticato dal lavoro fatto questa mattina, ma è necessario che lavori almeno un altro po’. Un’ oretta circa di zappatura e altrettanto di irrigazione, poi a casa a riposare, dopo una ulteriore doccia. Il terreno comincia a perdere umidità, le zolle sono dure e richiedono sforzo per essere rotte e rendere così il terreno più “farinoso” e pronto per le produzioni da “mettere a dimora”.

Come ho già avuto modo di scrivere “L’orto vuole l’uomo morto” !

Domenica 19 aprile

Oggi non sono andato all’orto. In mia vece è andato Tommaso, che dopo aver completato la zappatura di due filari di terreno e preparato il terreno, ha piantato settanta piantine di porri.

Come ho già detto, in questo periodo i lavori nell’orto sono continui e richiedono impegno quotidiano.

Lunedì 20 aprile

Oggi ho fatto l’ultimo taglio di bietole (ho raccolto tutte le piante rimaste), ed ho fatto anche un taglio di cicorie (mi rimangono ancora alcune piantine).

Ho bagnato abbondantemente il terreno per una mezz’ora circa, in modo da renderlo più morbido e quindi più facilmente lavorabile; domani vorrei andare a comperare qualche pianta di pomodorini.

Martedì 21 aprile

(Mattina) Nell’orto ho “messo a dimora” quaranta piantine di pomodorino (ciliegino), completando un intero filare del mio orticello. Ho messo le piantine a venti-venticinque centimetri una dall’altra e su ambedue i lati del tubo di irrigazione.

Ho anche comperato venti canne di bambù che pianterò nel terreno per realizzare una leggera struttura finalizzata a “legare” le piante, una volta che saranno cresciute. I miei vicini più esperti sono dubbiosi sulla utilità di questa piccola “struttura”, ma voglio provare e vedere quali risultati produce ai fini di una migliore coltivazione e di una più facile cura e “gestione” delle piantine; non mancherò di informarvi circa gli esiti di questa prova.

(Pomeriggio) Di nuovo all’orto; ho piantato altri pomodorini (in totale ho piantato cinquanta piante). Ho sistemato i tubi per l’irrigazione e irrigato per circa due ore.

Mercoledì 22 aprile

Ho comperato venti piantine di insalata (quella rossa), le ho piantate interponendole tra la zona dove ho piantato i pomodorini e quella dove ho in programma di piantare le altre colture (peperoni, melanzane, peperoncini). Sembra, così mi hanno consigliato, che sia utile tenere divise queste due tipologie di prodotti.

Ho anche irrigato per una mezz’ora. Credo sia utile fare una precisazione, avendo usato in queste cronache due differenti termini: innaffiare e irrigare. Quando scrivo irrigare, intendo l’utilizzo dell’impianto di irrigazione e cioè i tubicini e il relativo impianto “a gocce”; quando uso il termine innaffiare, intendo l’utilizzo di una pompa con la quale innaffio “a pioggia” tutto il terreno. Il primo sistema serve a dare acqua alle piantine, il secondo a rendere più “morbido”e meglio lavorabile tutto il terreno.

Giovedì 23 aprile

Di buon’ora ho acquistato quindici piantine di zucchine, venti di melanzane e venti di peperoni rossi. Io e Tommaso le abbiamo piantate in modo differente: le zucchine hanno bisogno infatti di maggiore spazio quando crescono e si sviluppano, quindi le abbiamo piantate a circa cinquanta centimetri l’una dall’altra, su due file ai lati del tubo di irrigazione, completando un filare intero. Le piante di peperoni e melanzane, invece, a trenta centimetri l’una dall’altra, sempre in duplice fila sui due lati del tubo di irrigazione di un altro filare.

La crescita e la maturazione (il momento insomma nel quale frutteranno) di peperoni e melanzane, dovrebbero durare almeno novanta giorni, un po’ prima è prevista la crescita delle zucchine. Ho sfrondato abbondantemente la pianta di rosmarino che si era estesa eccessivamente; Tommaso, che si è trattenuto nell’orto più a lungo, ha anche raccolto una decina di insalate per far spazio alle colture che abbiamo impiantato.

Contemporaneamente, sugli altri filari già seminati, ho tenuto aperto l’impianto di irrigazione.

Venerdì 24 aprile

Ho acquistato e piantato venti piantine di friarelli (o friggitelli, i peperoncini verdi piccoli); con questi ho occupato poco più della metà dell’ultimo filare rimasto libero. Li ho piantati sempre su due file, ai lati del tubo per l’irrigazione, ad una distanza di circa trenta centimetri l’uno dall’altro. Anche la loro maturazione è prevista ad almeno novanta giorni.

Ho anche irrigato per circa mezz’ora.

In questi ultimi giorni il cielo è stato parzialmente nuvoloso e le temperature intorno ai diciotto gradi. Le condizioni migliori per lavorare nell’orto !

Sabato 25 aprile

Mattinata all’orto. Ho raccolto le ultime cicorielle, molto tenere, avrei potuto lasciarle crescere ancora, ma volevo completare i lavori. Infatti, ho zappato l’ultimo pezzo di orto (quello appunto dove erano le cicorie) e ho irrigato per oltre un’ora. Con questo ho praticamente completato la gran parte del lavoro necessario. Adesso saranno necessari lavori di zappatura leggera, di pulitura periodica delle erbacce e di irrigazione costante.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...