Cronache dall’orto – 9

Siamo al nono capitolo di queste Cronache, nelle quali riporto le diverse attività che svolgo nel mio piccolo orto. Siamo arrivati alle prime fasi del raccolto di quest’anno che vi racconterò in questo scritto.

Sabato 6 giugno

Come ho raccontato, il periodo della raccolta è già cominciato, almeno per quanto riguarda le zucchine. Dopo la raccolta di ieri, oggi ho potuto raccogliere una quindicina di fiori (attenzione, vanno raccolti solo quelli che non sono in cima ai piccoli frutti, ma le semplici infiorescenze) e un po’ di talli.

Per chi non li conoscesse, i talli (o tenerumi), sono quella parte della pianta con le foglie, quelle diramazioni leggermente spinose e cave che fuoriescono dal fusto. I talli sono assai buoni e gustosi, si possono cucinare come una qualsiasi verdura e con la pasta; la maggiore difficoltà è nella loro pulizia.

Ricetta (Talli di zucca con la pasta)

I talli vanno puliti eliminando la parte esterna, leggermente spinosa, togliendo i filamenti esterni con un coltello, cominciando dalla base ed eliminando anche la parte finale più dura delle foglie. Si taglia in pezzi grossolani e si cucina poi come una qualsiasi verdura; se volete aggiungendo qualche fiore e anche qualche zucchina (anche queste a pezzi). Si unisce alla pasta lessata e si condisce con poco pomodoro fresco.

Per completare le operazioni nell’orto, la quotidiana pulizia dalle erbacce e dagli insetti. Ho anche sospeso l’irrigazione, perché il terreno era sufficientemente umido.

Una annotazione per la raccolta di zucchine, fiori e talli: attenzione, se usate un coltello, a non incidere altre parti della pianta. Infatti, oltre a danneggiare la pianta, si potrebbero determinare infezioni alla pianta stessa. Aggiungo anche una informazione che mi sembra utile per quanti non avessero un piccolo orto da coltivare: la pianta della zucchina cresce bene anche se piantata in un vaso sul balcone di casa e non mancherà, anche in questo caso, di offrire una buona quantità di frutti !

Domenica 7 giugno

Breve passeggiata all’orto: ho raccolto altre zucchine (un chilo e mezzo abbondante), e due insalate; ho fatto le pulizie di erbacce ed insetti ed ho irrigato per mezz’ora, non di più perché il terreno è ancora umido sotto la superficie.

Lunedì 8 giugno

Nell’orto ho nuovamente raccolto delle zucchine (un altro chilo e seicento grammi). Pulizia dalle erbacce; non ho irrigato: il cielo è coperto e la terra abbastanza umida.

Martedì 9 giugno

Oggi solo irrigazione dell’orto per tutta la giornata. Ho anche aggiunto un altro filo di gomma (il quarto) a sostegno delle piante di pomodorini.

Intanto ho preparato un piatto molto semplice con alcune delle zucchine raccolte ieri.

Ricetta (Zucchine trifolate)

Lavate ed affettate le zucchine. In una padella capiente riscaldate un po’ di olio con uno spicchio di aglio; aggiungete le zucchine e fate cuocere, un pizzico di sale a fine cottura. Un piatto semplice e fresco di stagione.

Mercoledì 10 giugno

Oggi ho raccolto un altro chilo di zucchine. Pulizia delle erbacce e irrigazione per tutta la giornata.

Sono cominciate a crescere le piante di topinambur; ma mi hanno detto che devo aspettare che crescano ancora e che fioriscano, prima di poter procedere alla raccolta. Sarà una simpatica esperienza.

Giovedì 11 giugno

Ancora un chilo di zucchine raccolte questa mattina, insieme a tre insalate. La terra è ancora umida e quindi per oggi non ho neppure irrigato; ho solo estirpato un po’ di erbacce.

Sabato 13 giugno

(Mattina) Questa mattina ho raccolto altri due chili di zucchine, una insalata e tre cetrioli. Non ho irrigato, perché il terreno, sotto lo strato superficiale, è ancora abbastanza umido.

La quantità di zucchine raccolte è tale che mi impone (oltre alla distribuzione ad amici e parenti), ulteriori utilizzi in cucina, per cui vi illustro una ricetta tradizionale, ma fortemente rivisitata. E’ molto semplice e spero vi piaccia.

Ricetta (Parmigiana di zucchine, a modo mio)

Credo che quasi tutti conoscano la ricetta, per questo vi propongo alcune varianti per rendere più “leggero” questo piatto. La novità, infatti, per quanto mi riguarda, è che anzitutto le zucchine, lavate ed affettate in senso longitudinale, non sono fritte, ma soltanto scottate in forno; inoltre non preparo un sugo, ma taglio una buona quantità di pomodorini in pezzetti. Per il resto si procede come da manuale: uno strato di zucchine, uno di mozzarella, uno di pomodori e una spolverata di parmigiano. Cottura in forno a 180°.

(Pomeriggio) Ho raccolto alcuni fiori di zucca in serata, in modo da non ostacolare l’impollinazione che avviene durante il giorno. Intanto mia moglie ha deciso di preparare anche delle polpette di zucchine.

Ricetta (Polpette di zucchine)

Grattugiare grossolanamente le zucchine, impastarle con uovo, farina, un po’ di mozzarella secca. Lavorare l’impasto per ricavarne delle polpette schiacciate; passarle nel pan grattato e friggere in olio bollente.

Ricetta (Frittata con i fiori di zucca)

Lavate i fiori di zucca (vi ricordo che vanno raccolti solo quei fiori che non fuoriescono dalle zucchine); “sbattete” un paio di uova con un pizzico di sale e un po’ di formaggio, aggiungete i fiori di zucca e cucinate come una qualsiasi frittata. Facile e gustoso.

Domenica 14 giugno

Nell’orto le piante di pomodorini hanno raggiunto i cinquanta/sessanta centimetri di altezza. Crescono rigogliose, ma temo di averle piantate troppo fittamente. Il prossimo anno mi devo ricordare di piantarle almeno a quaranta centimetri di distanza le une dalle altre.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...