Cronache dall’orto – 15

Nei due precedenti numeri di queste “Cronache” (il 13 e il 14), ho descritto i lavori di preparazione e di semina delle prime colture invernali (cavoli essenzialmente, ma anche cicoria ed insalate). Qui proseguo con la descrizione delle altre attività e delle ulteriori semine.
Lunedì 7 settembre
Tommaso ha gestito l’orto durante l’ultimo fine settimana: ha raccolto melanzane e peperoni, oltre a molti peperoncini (friarelli). Ha anche raccolto i pomodorini e divelto le due ultime piante di pomodorini rimaste. Aveva anche chiuso l’irrigazione, aprendola solo per melanzane e peperoni. Anche io ho raccolto qualcosa: qualche melanzane e un po’ di peperoncini (friarelli); e ho lasciato chiuso l’impianto irriguo.
Martedì 8 settembre
Ho ripulito il campo dalle erbacce e zappato lungo i filari dove ho piantato le colture invernali: un lavoro di molta pazienza ed anche faticoso. Ho anche concimato nelle zone rimaste libere dove domani zapperò in profondità, per poter seminare all’inizio della prossima settimana.
Mercoledì 9 settembre
Come programmato, questa mattina ho vangato le zone ancora libere dell’orto, quasi un filare e mezzo. Ho anche innaffiato per qualche minuto le piante di cavolo e le insalate, lasciando poi l’irrigazione aperta al minimo. Lascerò riposare il terreno fino a lunedì, quando intendo piantare le altre colture.
Venerdì 11 settembre
La pioggia di ieri ha reso il terreno pesante; per questa ragione ho rinviato ogni attività e mi sono limitato a raccogliere. Melanzane, peperoni verdi e soprattutto peperoncini (friarelli), che cucino oggi stesso secondo le ricette che vi ho suggerito nei precedenti numeri di queste “Cronache” (https://michelecasa.wordpress.com/2015/07/08/cronache-dallorto-11/; https://michelecasa.wordpress.com/2015/08/24/cronache-dallorto-13/; https://michelecasa.wordpress.com/2015/09/04/cronache-dallorto-14/).
Lunedì 14 settembre
Dopo aver lasciato il terreno vangato a riposo per tutto il fine settimana, ho piantato trenta piante di cime di rapa e dieci di insalata riccia. Ho innaffiato e lasciato l’irrigazione al minimo. Ovviamente non ho mancato di fare le solite pulizie dalle erbacce che crescono sempre numerose.
Martedì 15 settembre
Siccome avevo ancora altro spazio libero, ho piantato altre venti piante di cime di rapa. Ho innaffiato e lasciato sempre l’irrigazione al minimo. Ora il campo è tutto pieno, devo attendere che le colture crescano e maturino.
Intanto sono ancora in produzione melanzane, peperoni e friarelli, oltre alle due piante di topinambur che, però, nel mio campo ancora non fioriscono. In altri orti le piante di topinambur, cresciute, hanno già messo i primi boccioli che sono il segnale dell’approssimarsi del momento di raccolta (bisognerà attendere ancora che il fiore secchi per poter estrarre le radici commestibili delle piante).
Quindi, mentre rimango in attesa dei nuovi raccolti delle produzioni invernali, posso ancora approfittare del prolungarsi del periodo di raccolta delle produzioni estive. Credo che manterrò ancora queste ultime fino alla fine di settembre, o, comunque, fino a che garantiranno un buon livello di produzione.
Giovedì 17 settembre
Tempo di attesa. Stamattina all’orto non ho fatto altro che controllare la crescita delle piantine, mantenere costante l’irrigazione, togliere un po’ di erbacce e raccogliere alcune melanzane e un po’ di friarelli.
Mi assento per una decina di giorni e lascio la cura dell’orto a Tommaso.
Lunedì 28 settembre
Dopo una assenza di dieci giorni, sono tornato all’orto. Durante la mia assenza, le piante invernali hanno continuato a crescere e a svilupparsi; quelle estive hanno continuato a dare frutti, tanto che ho raccolto una quantità considerevole di melanzane, peperoni e friarelli.
Purtroppo sono cresciute anche molte erbacce, alcune delle quali ho estirpato, ma che rimangono ancora numerose: sarà necessario fare un piccolo intervento con una zappatura leggera.
E’ anche (finalmente) fiorito il topinambur e spero che presto verrà il momento di raccoglierne i frutti, anche se so già che sarà faticoso estrarre dalla terra i tuberi di questa pianta. Come altrettanto faticoso sarà estirpare le piante di peperoni e di melanzane che, cresciute rigogliose, mi hanno dato i loro frutti in questi ultimi mesi.
Intanto, di ritorno da un viaggio in Sicilia, vi propongo una delle ricette a base di melanzane, la famosa “Caponata”.
Ricetta (Caponata)
In realtà non c’è una unica ricetta della “Caponata”; ci sono molte varianti della ricetta base. Io ve ne propongo una. Lavare e tagliare a tocchetti le melanzane, pulire ed affettare alcune cipolle, lavare ed fare a pezzetti i gambi di un bel cespo di sedano. Cucinare il tutto in una padella larga ed alta, aggiungendo pomodoro fresco in quantità adeguata e aggiustare di sale. Al termine della cottura, aggiungere olive denocciolate e capperi nella quantità desiderata. Si può servire anche freddo.
Mercoledì 30 settembre
Questa mattina ho raccolto gli ultimi peperoni ed estirpato tutte le piante (una ventina circa). Estirpare i peperoni richiede una certa fatica perché le radici si estendono numerose nel terreno. Per agevolare il mio lavoro ho utilizzato la forca, e, così, ho anche zappato, in maniera grossolana, ma profonda (40-50 centimetri), il terreno libero dalle piante di peperoni.
Una zappatura più leggera ho fatto invece lungo i filari delle colture invernali (cavoli, cime di rapa, insalate), rompendo la crostini di terra intorno alle piante che cominciano a crescere.
Prevedo che, nella prossima settimana, procederò alla estirpazione delle piante di melanzane: la coltura è ormai giunta a piena maturazione e manca il calore per continuare a produrre proficuamente. So che sarà faticoso, ma è ormai tempo di procedere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...