Cronache dall’orto – 24

Il mese di Giugno si è aperto con un clima caldo, ma un cielo saltuariamente coperto. E continua allo stesso modo, con temperature alte e brevi ma intensi rovesci nel corso quasi di ogni giornata.

Lunedì 13 giugno

(Mattina) Dopo una assenza di circa dieci giorni, durante i quali Tommaso si è occupato dell’orto, questa mattina sono andato a vedere la situazione (insieme a Tommaso e alla nipotina).

Le piantine di pomodoro crescono costantemente e bene; Tommaso ha anche rinforzato la struttura che a maggio io avevo preparato e ha collegato alcuni fili di raffia per sostenere le piantine. Ha anche messo delle canne ai cetrioli in modo che questi possano svilupparsi verso l’alto e non invadere le coltivazioni viciniori.

Anche le piante di melanzane e di peperoni crescono molto bene; le prime sembrano ormai essersi ampiamente riprese dalla difficile fase che segnalavo nelle precedenti Cronache, poco tempo dopo averle piantate.

Le zucche hanno invaso tutto lo spazio disponibile ed ora si stanno ulteriormente espandendo. Credo di aver sbagliato a piantarle in così poco spazio, ne avevano bisogno di molto di più.

Le zucchine ormai crescono e producono alla grande: oggi ho raccolto tre zucchine e ho tagliato alcuni tallì che domani cucineremo con la pasta. Ma altre zucchine le aveva già raccolto Tommaso nei giorni scorsi. Aspetto che le piante crescano di più per raccogliere anche dei fiori.

Le insalate sono state tutte raccolte, tanto che adesso stiamo pensando di piantarne qualcun altra per averne a disposizione nei prossimi mesi.

Ho aperto l’irrigazione al minimo.

(Pomeriggio) Ho chiuso l’irrigazione (anche perché nel frattempo c’era stata una leggera pioggia).

Ho piantato una quarantina di cipolle nello spazio che era rimasto vuoto dopo che avevo estirpato (il mese scorso) le piante di fave.

Martedì 14 giugno

Nell’orto per irrigare, circa un’ora.

Ho tolto qualche erbaccia e ho raccolto altre cinque belle zucchine.

Giovedì 16 giugno

Nuovamente all’orto. Questa volta solo per irrigare e togliere qualche erbaccia che, prepotentemente e continuamente, cresce nel campo. Ci vuole molto impegno e pazienza !

Venerdì 17 giugno

Nuovamente ad irrigare (le temperature si sono ormai “alzate” di parecchio.

Ho raccolto ancora delle zucchine (una decina) e quattro cetrioli. I “foggianelli”, piccoli e grinzosi di aspetto, ma assai dolci e saporiti.
Cominciano a spuntare i peperoncini (friarelli) e i pomodorini. Presto sarà tempo di cominciare il raccolto.

Martedì 21 giugno

Domenica ha piovuto tantissimo e quindi ieri non sono potuto andare nell’orto, perché il terreno era ancora fangoso.

L’ho fatto oggi, ed ovviamente ho trovato le zucchine cresciute un po’ eccessivamente. Ne ho raccolto più di un chilo, insieme ad alcuni cetrioli. Le piante sono ormai cresciute e si sono rinforzate, così non ho la necessità (ed in verità nemmeno la pazienza) di continuare a togliere le erbacce.

Mercoledì 22 giugno

Le zucchine continuano a crescere. Già oggi, nonostante il raccolto di ieri, ne ho raccolto un altro chilo. Ho trovato anche altri tre cetrioli che ho raccolto e portato a casa.

Ho raccolto anche i primi peperoncini (friarelli); una manciata abbondante (una quindicina circa). Puliti e cucinati con un pomodoro leggero, ho condito la pasta ed ho mangiato un bel piatto di spaghetti con i peperoni.

Venerdì 24 giugno

Ad appena due giorni di distanza, ancora zucchine, cetrioli e peperoncini (friarelli) in buona quantità. Non ho fatto molto altro nell’orto, se non togliere un po’ di erbacce e tenere l’irrigazione aperta per l’intera giornata.

Il fogliame delle zucche si sta espandendo clamorosamente. Arriva ormai a circondare lo spazio dei pomodorini (quelli tardivi che ho piantato più tardi) e quello delle melanzane. Ho decisamente sbagliato a dar loro così poco spazio.

Lunedì 27 giugno

Ancora un buon raccolto. Zucchine, cetrioli e peperoncini (friarelli); ovviamente in tre giorni le zucchine sono cresciute molto e sono piuttosto grosse.

Peperoni e melanzane crescono bene. Credo che a breve saranno pronte per una prima raccolta; sono curioso soprattutto di vedere questa qualità di peperoni che ho sperimentato quest’anno (quelli grossi e tondeggianti).

Martedì 28 giugno

Non ho irrigato, il terreno è ancora umido. Ho tolto un po’ di erbacce che crescono e si diffondono dappertutto. Anche le piante delle zucche continuano a crescere a vista d’occhio e rischiano di invadere anche il campo del vicino.

Anche oggi ho raccolto.

Giovedì 30 giugno

Ultimo giorno del mese. Oggi ho aperto l’impianto di irrigazione per tutta la giornata. Dopo aver fatto un altro raccolto, anche questa volta zucchine e peperoncini (friarelli).

Ho anche tagliato un po’ di talli dalle piante delle zucchine: pulite, lessate con la pasta e un poco di pomodoro fresco sono un ottimo piatto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...