Cronache dall’orto – 26

Agosto mi ha visto poco presente nell’orto e questo non ha certo determinato un positivo risultato.

Lunedì 29 agosto

L’orto ha bisogno di cura costante e di quotidiane attenzioni. Quando ciò non accade si devono registrare, purtroppo, risultati poco positivi.

Mancavo dall’orto da prima di ferragosto, ed anche allora mancavo dai primi giorni di agosto. Le ferie, che quest’anno mi hanno piacevolmente e lungamente coinvolto, hanno avuto come conseguenza una notevole trascuratezza del terreno e delle coltivazioni.

Quando sono arrivato ho trovato la terra riarsa, il terreno spaccato, le piante di un verde assai poco intenso, se non rinsecchite, piegate su se stesse. Scarso il raccolto: tre chili di pomodorini e una dozzina di peperoncini (friarelli). Niente peperoni, né melanzane.

Ho anzitutto irrigato per oltre due ore; la terra ne aveva assoluto bisogno.

Ho finito di estirpare le piante di pomodorini, ed ho zappato l’intero filare, cercando anche di togliere il più possibile di erbacce.

Ho fatto la stessa operazione sul filare delle cipolle, ricoprendo al meglio i bulbi già cresciuti, con un intenso lavoro di zappa. Insomma ho lavorato duro ed intensamente per circa due ore.

Devo cercare di recuperare anche la zona dove c’erano le zucchine (già estirpate da Tommaso), ma nuovamente invasa da erbacce; è necessario anche ridurre i due grandi cespugli di salvia e quello di rosmarino.

Martedì 30 agosto

Anche oggi una dura occasione di lavoro per ripristinare (per quanto possibile) il piccolo orticello. Dire che l’ho innaffiato con il mio sudore è esagerato, ma che ho sudato e molto, è assolutamente vero.

Oggi, oltre ad irrigare per due ore filate il terreno, ho ripulito dalle erbacce l’ampia zona vuota (dove c’erano prima le zucchine). Ho anche zappato lungo i filari liberi, in tutto circa otto metri lineari che si aggiungono ai sei zappati ieri.

Ho ampiamente ridotto i due grossi cespugli di salvia che avevano ormai invaso sia lo spazio dei vicini che il viottolo di accesso. Ho ridotto pesantemente anche la pianta di rosmarino che ormai soffocava il piccolo limone nano che avevo trovato già piantato quando mi avevano affidato l’orto. Adesso l’ho ridotto, ma ho deciso di estirparlo e di collocarlo in altra posizione, proprio per non danneggiare la crescita del limone nano. A tal fine ho già piantato alcune talee di rosmarino (si fa così per il rosmarino ? Non so, vedremo quel che accade).

Nulla da raccogliere. Ora sarò assente per circa otto giorni. Spero che al mio ritorno non debba rifare tutto il lavoro.

Mercoledì 14 settembre

Dopo un altro, breve, periodo di ferie, e dopo alcune forti piogge dei giorni scorsi, sono tornato all’orto. Ho tolto tutte le piante (poche) di pomodoro rimaste, ho ripulito ancora e nuovamente il terreno dalle erbacce che continuano a crescere incessantemente. Quindi ora ho ancora in produzione: peperoni, melanzane e peperoncini (friarelli), oltre ad alcune cipolle.

Ho raccolto tutto quello che c’era sulle piante: cinque chili di melanzane, quattro di peperoni, due chili di peperoncini (friarelli), alcuni pomodorini, alcune piccole cipolle.

Ho anche seminato lungo quei filari che avevo già zappato alla fine di agosto: venti piantine di cime di rapa, venti di broccatelli e una ventina di insalate. Irrigato per non più di venti minuti (ma il terreno è ancora umido).

Venerdì 16 settembre

Altre due ore all’orto. Per un’ora ho lavorato, schiena curva a togliere erba ed erbacce nella zona zappata e in quella dove ho piantato le colture invernali: un’ora di duro lavoro, e quando mi sono alzato e mi sono guardato indietro…sembrava che non avessi fatto nulla !

Per un’altra ora ho zappato e messo a dimora altre piantine (20 di cicoria e 20 di bietola).

A raccogliere ci penserò domani.

Sabato 17 settembre

Un’ora all’orto. Tolta qualche altra erbaccia, estirpate le melanzane che quest’anno sono incredibilmente piene di semi. Adesso in produzione mi sono rimasti solo peperoni e peperoncini (friarelli).

Ho anche piantato venti cavoli bianchi e dieci verdi (romana).

Sabato 24 settembre

Alcuni giorni di pioggia intensa hanno reso il terreno fangoso e pesante. Stamane sono andato all’orto, ma era ancora scarsamente praticabile. Ho tolto un po’ di erbacce e raccolto qualcosa (molto poca in verità) tra peperoni, peperoncini (friarelli) e peperoni tondi.

le piantine seminate hanno quasi tutte attecchito: cavoli, broccoli e bietole, meno le cicorie. Invece le cime di rapa non hanno preso bene: dovrò ripiantarle, perché quasi tutte sono sparite. Comunque non se ne parla prima di lunedì, quando il terreno sarà più sodo e meno fangoso.

Lunedì 26 settembre

Un’ora all’orto. Tolto qualche erbaccia, estirpata la pianta della zucca (piena di insetti vari). Ho anche ripiantato venti piantine di cime di rapa e dieci di cicoria.

Martedì 27 settembre

Ero andato all’orto per lavorarci non più di un’ora: sono rimasto lì per tre ore.

Anzitutto ho tolto un po’ di erbacce intorno alle piantine delle produzioni invernali che avevo messo a dimora (cime, broccoli, bietole, cicoria e cavoli); poi ho zappato un filare e mezzo che avevo liberato da colture estive; infine ho estirpato le ultime piante di peperoni e peperoncini rimaste e che ormai non davano più frutti. Adesso ho lasciato solo sei piante di peperoni tondi.

Ho anche irrigato per una mezz’ora.

Giovedì 29 settembre

Giornata calda: ho sudato molto durante le due ore trascorse nell’orto.

Ho piantato verze (10 piantine), cavoli bianchi e cavoli neri (10 piantine ciascuna. Ho estirpato erbacce e zappato gli ultimi due filari dove l’altro giorno avevo estirpato le ultime piante delle colture estive.

Da ora in avanti, cura dell’orto, acqua (solo quando occorre), e paziente attesa per la crescita delle colture invernali: cime di rapa, broccoli, cavoli (bianchi, neri e verdi), cicoria, bietole ed insalate.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...