Cronache dall’orto – 27

Completati i lavori di preparazione per le colture invernali, le attività in preparazione ed in attesa della raccolta!

Venerdì 30 settembre

Ancora a togliere piccole erbe infestanti e poi quasi due ore di irrigazione. Ho utilizzato il tempo a disposizione leggendo il giornale e soprattutto raccogliendo un po’ di bietole selvatiche.

Sabato 1 ottobre

Breve passeggiata all’orto; solo per irrigare.

Martedì 4 ottobre

Solo mezz’ora nell’orto per estirpare un po’ di erbacce. Niente irrigazione: il terreno è ancora umido per la pioggia di domenica scorsa.

Mercoledì 12 ottobre

Un fugace salto all’orto. Le piante crescono bene, ma è necessaria una pulizia del terreno. Tra un paio di giorni devo farlo assolutamente.

Venerdì 14 ottobre

Quasi due ore nell’orto.

Ho tolto erbacce su due filari. Un lavoro faticoso e stancante. Ho anche zappato su questi due filari, cercando di mettere al meglio la situazione delle piantine.

Martedì 18 ottobre

Ancora lavori di pulizia e di zappatura leggera. Ho piantato anche venti insalate (canasta), dieci finocchi, dieci cavoli neri e venti cime di rapa (queste ultime a sessanta giorni di maturazione).

Una lieve pioggerella ci ha fatto concludere in fretta le operazioni.

Giovedì 20 ottobre

Ancora a togliere le erbacce che soffocano le piantine e impediscono loro di crescere. Una leggera zappatura intorno alle piante messe a dimora.

Ho anche dovuto integrare quanto già piantato perché gli insetti si sono mangiati le foglie di alcune piantine.

Lunedì 24 ottobre

Sempre a togliere le erbacce e zappare leggermente tra i filari.

Mercoledì 26 ottobre

E facciamo questo esperimento. Per evitare che le lumache mangino le tenere foglioline delle piante, mi hanno suggerito di utilizzare…la birra. Così ho fatto: ho scavato alcune piccole buche (una ventina), ho messo un bicchiere di plastica in ciascuna di esse, riempiendo di terra tutto intorno. Nei bicchieri ho versato un po’ di birra, sembra che le lumache ne siano ghiotte.
Staremo a vedere se questo consiglio risulterà utile.

Sabato 29 ottobre

La pioggia ha riempito di acqua i bicchieri che avevo predisposto nell’orto. Così oggi, ho svuotato il loro contenuto in un secchio e li ho nuovamente riempiti per metà di birra, sperando che servano al raggiungimento dello scopo.

Ho anche messo a dimora una balletta di funghi pioppini.

Mercoledì 2 novembre

Le prime punte delle cime cominciano a sbocciare. Speriamo piova, perché ciò gioverebbe non poco alle colture che cominciano ad affacciarsi.

Oggi, una mezz’ora all’orto solo per togliere qualche erbaccia.

Martedì 8 novembre

Sono andato all’orto, ma son dovuto andar via subito perché ha cominciato (finalmente) a piovere. Sono solo riuscito vedere che sono spuntati i primi funghi.

Giovedì 10 novembre

Funghi! Ne sono usciti una bella manciata; non tantissimi, ma abbastanza per condire un bel piatto di tagliatelle. Ho raccolto anche una piccola insalata e tre “capuzzelle” di cime di rapa che farò stufate per cena.

Giovedì 17 novembre

Lavoro di zappa ed estirpazione di erbacce. Ne ho fatto un bel cumulo.

Le cicorie e le bietole stanno crescendo. Probabilmente per la prossima settimana dovrebbe essere pronto qualcosa.

Lunedì 21 novembre

All’orto c’è sempre qualcosa da fare. Oggi ho dato una leggera zappatura a tre dei filari in produzione, ho tolto un po’ di erbacce ed ho eliminato i bicchieri con la birra. In parte, ma solo in parte hanno svolto il loro lavoro, nel senso che alcune lumache (ma solo alcune) hanno sentito il richiamo. Molte altre hanno preferito cibarsi delle tenere foglie delle piante.

Ho raccolto una manciata di cime di rapa, quattro-cinque piante di cicoria tenerissima e una insalata.

Giovedì 3 dicembre

La stagione, con queste temperature elevate, poco freddo, pioggia saltuaria ed occasionale, non sta producendo buoni frutti. Ieri ho raccolto una manciata di cime di rapa e quattro insalate abbondantemente cresciute ma assai poco sode.

Pazienza, spero di rifarmi con i cavoli.

Mercoledì 7 dicembre

All’orto: ho raccolto tre insalate (come le precedenti poco sode e mal cresciute), un poco di cime di rapa e qualche bietola. Niente di più.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...